Sommario

La 35° settimana di gravidanza vi avvicina sempre di più alla data di scadenza e dopo la 36° settimana, il vostro medico di fiducia probabilmente vorrà visitarvi più frequentemente, circa una volta a settimana. Il medico vi chiederà di prendere nota dei movimenti del feto, che dovrebbero in linea di massima essere sentiti 10 volte nell’arco di due ore. Potete usare un block notes per registrarli, e se non sentite ancora alcun movimento, non lasciatevi prendere dal panico, dato che per ancora un paio di settimane potrebbe essere difficile notare la differenza tra i movimenti di gas gastrointestinali e quelli del piccolo. Una volta che avrete imparato i cicli di sonno e attività del vostro bimbo, allora potrete trovare un momento di ciascun giorno in cui il vostro bambino è davvero attivo, in modo da poter contare i calci ed identificare eventuali problemi, per evitare complicazioni. Se non sentite 10 movimenti nell’arco di 2 ore, o notate un notevole cambiamento nelle abitudini del piccolo per 3-4 giorni, allora è meglio consultare il medico. Fino alla 36° settimana è normale ingrassare in maniera leggermente più veloce. Per evitare di guadagnare peso in maniera non salutare, dovreste mangiare del cibo povero di grassi e tanta frutta e verdura in modo da evitare la stipsi. Il ferro, il calcio e gli integratori vitaminici prescritti dal dottore, devono essere presi regolarmente anche se il bambino è completamente sviluppato, dato che serviranno comunque a voi e al piccolo per mantenere efficiente il sistema immunitario e per riprendervi velocemente dopo il parto. Questi integratori devono essere uniti ad una dieta sana e leggera per far sì che siano efficaci.

35° Settimana di gravidanza

I vostri sintomi: la vostra pancia in continua crescita sta esercitando pressione sulla vescica, così è probabile soffrire di minzione frequente.
Sviluppo del bambino: i polmoni stanno producendo tensioattivo, che consente di espandere gli alveoli ed è essenziale per la respirazione del vostro bambino una volta che è nato. I reni sono completamente sviluppati.
Dimensioni del bambino: 43,7 cm, 1,9 Kg.
Cosa bisogna fare: creare un piano d’emergenza per il travaglio. Chi vi sostituirà al lavoro? Chi guarderà i figli più grandi? Chi si occuperà degli animali domestici?

Lo sviluppo del bambino

Il bambino sta crescendo velocemente, misura circa 45 cm e pesa intorno ai 2-2,5 Kg. La maggior parte della crescita del bambino viene completata alla fine della 35° settimana. Lo sviluppo dei reni del piccolo è completato e il fegato inizia a produrre gli scarti. Il bimbo avrà meno spazio per muovere il proprio corpo, comunque le sue abitudini di calciare e dare pugni rimarranno principalmente immutate. Se non avete ancora iniziato a parlare con il vostro piccino, questo è un buon periodo per iniziare, dato che l’udito si è completamente sviluppato. Non sentitevi goffi nel parlare con il vostro bimbo, dato che gli esperti dicono che i futuri neonati prestano molta attenzione ai toni acuti. Il 99% dei bimbi che nascono alla 35° settimana possono sopravvivere al di fuori dell’utero senza alcun problema. Il sistema nervoso centrale del piccolo si sta ancora sviluppando, ma i polmoni sono completamente formati. La maggior parte dei tessuti protettivi e dei capelli tendono a scomparire, ma alcuni di essi possono rimanere come una leggera lanugine. Peli piccoli e sottili crescono nelle prossime poche settimane. Il vostro bimbo sta diventando più cicciotto e gli strati di grasso iniziano a rendere più paffute le sue braccia e gambe.

Cambiamenti del vostro corpo

Fino a questo punto dovreste aver guadagnato circa 10-13 Kg e la distanza della punta dell’utero dall’ombelico dovrebbe essere di circa 15 cm. Fino a che il bambino non si gira con la testa verso il basso, scendendo verso l’osso pelvico, potreste soffrire di difficoltà respiratorie. Questo è dovuto alla pressione dell’utero sulla cassa toracica. Verso la fine della gravidanza il bambino scende nella pelvi e questo fenomeno viene chiamato alleggerimento. L’alleggerimento può causare una pressione sulla vescica aumentando le vostre tappe in bagno. Potete iniziare a notare una sensazione di formicolio o intorpidimento nella zona pelvica, a causa della pressione del bambino sui nervi, e questa sensazione potrebbe non passare fino al momento della nascita. Il dolore alla cintura pelvica, accompagnato da dolore alla schiena, è molto comune. Il dolore inizia a partire dalla zona pubica e si espande fino all’interno delle cosce, e può peggiorare mentre si cammina, ci si muove o si allargano le gambe, diventando più forte la notte. Alzarsi per andare in bagno può essere davvero doloroso. Potete provare dei metodi di rilassamento, fare delle pause regolari, evitare il nuoto o gli esercizi fisici, cambiare posizione e praticare i massaggi che vi avranno insegnato ai corsi pre parto per far fronte alle posizioni scomode. Gli altri sintomi che si possono avere in questo periodo sono i cambiamenti della grandezza e forma del seno, con uno scurirsi delle aureole, stipsi, mal di testa occasionali, prurito, minzione frequente, problemi gastrici, bruciore di stomaco, emorroidi, dolore al legamento rotondo e smagliature.

Cosa aspettarsi

Le vostre visite di routine dal medico possono aumentare dato che potrebbero servire dei controlli alla cervice per individuare eventuali segni di dilatazione. Potreste avere delle difficoltà a dormire, causate dalla pressione sulla vescica che può aumentare la frequenza della minzione. Potreste avere mal di schiena o i piedi gonfi. Potreste provare a fare degli esercizi per il pelvi prima di andare a letto, e limitare l’assunzione di liquidi di notte, cercando di andare a coricarvi quando siete stanche, in modo da addormentarvi più velocemente. L’incontinenza è molto comune nella gravidanza ed è imbarazzante per le donne incinte. Le perdite di urina possono avvenire durante le normali attività quotidiane, mentre si fanno esercizi, tossendo, ridendo o cambiando posizione. Questo accade a causa dei cambiamenti ormonali e a causa della pressione dell’utero sulla vescica. Questa situazione accade più frequentemente alle donne che hanno già partorito in precedenza, piuttosto che alle donne alla loro prima esperienza, dato che i muscoli intorno alla regione pelvica e la vagina o l’uretra, tendono a diventare più deboli. Per rafforzare questi muscoli e ridurre le perdite urinarie, potreste effettuare gli esercizi di Kegel fino a 50 volte circa al giorno. Contraendo i muscoli del perineo dopo il parto, può aumentare il flusso sanguigno nella zona, in modo da velocizzare il processo di guarigione. Questo è il periodo in cui una donna si potrebbe preoccupare riguardo alla futura nascita, quindi sarebbe utile familiarizzare con le fasi del travaglio e leggere le esperienze positive di altri che già hanno affrontato il processo di realizzazione di un bimbo. E’ anche possibile prendere parte ad un corso di HypnoBirthing, per rimanere positivi e rilassati durante il travaglio.

Commenti

commenti