6 cause di disturbo del sonno in gravidanza

Siete incinte ed esauste ma avete difficoltà ad addormentarvi? Non siete le sole. La maggior parte delle donne soffre di mancanza di sonno ad un certo punto della propria gravidanza.

  1. Minzione frequente:

Durante la gravidanza, un maggiore flusso sanguigno è diretto verso i reni, permettendo loro di eliminare con più efficienza le scorie, ma mandandovi più sovente in bagno. L’espansione dell’utero esercita anche pressione sulla vescica, causando una minzione frequente. Può essere frustrante riuscire finalmente ad addormentarsi per poi doversi risvegliare poco dopo poiché bisogna andare in bagno a fare pipì, ma è una cosa molto comune. Potreste essere in grado di minimizzare questo sintomo bevendo il più possibile durante il giorno, ma limitando l’introduzione di fluidi nelle ultime 1-2 ore prima di andare a letto. Dovreste anche limitare la caffeina, poiché è un diuretico e può peggiorare il vostro fastidio. Inoltre, è importante che vi assicuriate di svuotare completamente la vostra vescica. Questo serve sia per prevenire delle infezioni, sia per fare pipì meno sovente.

  1. Nausea e bruciore di stomaco:

Sono entrambi sintomi comuni durante il primo trimestre e in grado di provocare disturbi del sonno. Provate ad alzare la testa sul vostro letto utilizzando dei cuscini e mangiando dei piccoli snack durante la giornata, in modo da non essere mai troppo affamate o troppo piene, dato che entrambe queste situazioni tendono ad aggravare sintomi come la nausea ed il bruciore di stomaco. Ci sono anche delle medicine a disposizione che sono considerate sicure in gravidanza e sono utilizzate per curare la nausea ed il bruciore di stomaco forti. Se considerate i vostri sintomi forti e/o il vostro sonno è stato significativamente disturbato, chiedete al vostro medico se una medicina potrebbe andare bene per la vostra situazione.

  1. Congestione nasale e russare:

Livelli più alti di estrogeno tendono ad aumentare la mucosa nasale, cosa che comporta una congestione nasale e potenzialmente a russare disturbando il sonno. Utilizzare un inalatore spray salino o un umidificatore durante le ore del sonno, potrebbe aiutare.

  1. Crampi alle gambe:

Non c’è niente di peggio che venire svegliate di soprassalto nel mezzo della notte da un terribile crampo al polpaccio, e pare che le donne incinte siano più suscettibili a questo tipo di risvegli. Questo può avvenire perché la crescita dell’utero esercita maggiore pressione sui vasi sanguigni delle gambe, ma ci possono essere altri fattori implicati. Evitare di sedersi con le gambe accavallate, allungare regolarmente i propri muscoli dei polpacci (specialmente prima di andare a letto), bere una grande quantità di acqua, fare esercizi quotidianamente e dormire sul lato sinistro, possono aiutare ad evitare questi dolorosi crampi e migliorare il vostro sonno. Se vi venisse un crampo, provate ad allungare il muscolo facendo stretching delicatamente tirando verso di voi gli alluci.

  1. Sindrome della gamba senza riposo:

La sindrome delle gambe senza riposo, chiamata anche RLS, è un formicolio, una sensazione di bruciore (solitamente) alle gambe che viene alleviata dal movimento. Tuttavia, è molto difficile addormentarsi se avete bisogno di continuare a muovervi. La causa della RLS è sconosciuta, ma pare essere più comune e più grave durante la gravidanza a causa dell’aumento di estrogeno o dei cambiamenti circolatori che avvengono. La caffeina e la difenidramina sembrano peggiorare la situazione in alcune persone, quindi evitate o limitatene l’assunzione. Dovreste anche evitare di stare nel letto (guardando la tv o leggendo) per lunghi periodi di tempo, prima che siate pronte per dormire. Più state a lungo in questa posizione, più è probabile che compaiano questi sintomi che vi renderanno difficile prendere sonno.

  1. Ansia:

E’ comune e normale avere un po’ d’ansia per la salute del bambino e la sua sicurezza,  per le sue future caratteristiche, per le vostre capacità da genitore, etc. Tuttavia, se quest’ansia interferisce con il vostro sonno, potrebbe diventare un problema. Provate ad implementare alcune tecniche di rilassamento per aiutarvi a liberare la vostra mente dai pensieri in preparazione del sonno. Provate un bagno tiepido, un massaggio, a scrivere un diario o a parlare con il vostro partner o con un’amica. Se nessuna di queste cose vi aiuta, allora parlatene con il vostro medico.

Raccomandazioni generale per un sonno salutare:

–          Mantenete un programma di sonno regolare. Se andate a letto e vi svegliate approssimativamente alle stesse ore ogni giorno, il vostro corpo imparerà a dormire e a svegliarsi in quei tempi.

–          Non guardate tv o utilizzate il computer o altri apparecchi elettronici un paio di ore prima di andare a dormire. Studi hanno mostrato che le luci di questi dispositivi possono causare insonnia.

–          Fate degli esercizi quotidiani regolari, ma non un paio di ore prima di andare a dormire.

–          Dormite sul vostro fianco sinistro. Questa posizione massimizza l’afflusso sanguigno alla placenta e al bambino. Potete rendere questa posizione più comoda mettendo un cuscino in mezzo alle vostre gambe.

Gli antistaminici come la difenidramina hanno un effetto collaterale, ovvero la sonnolenza, quindi sono utilizzati alcune volte come aiuto per prendere sonno. Sono considerati sicuri da prendere in gravidanza, ma è sempre una buona idea parlare di qualunque nuova medicina con il proprio medico.

Commenti

commenti