Molte donne ora stanno seguendo lo yoga come un modo sicuro e divertente per stare in forma durante la gravidanza. Molti dottori suggeriscono anche che praticare lo yoga può aiutare una donna ad imparare le tecniche di respirazione utili durante il travaglio, meglio che i corsi di Lamaze. Con la varietà di stretching e tecniche di rilassamento che può offrire, lo yoga può essere molto utile per imparare come combattere il dolore o il disagio della gravidanza, e per aiutare una donna a sviluppare le abilità mentali necessarie per superare il travaglio ed il parto.

Quando cercate un corso di yoga, dovreste sempre parlare prima con l’insegnante per assicurarvi che abbia ricevuto la certificazione necessaria per insegnare le tecniche di yoga a donne incinte, dato che molte posture che sono sicure nei normali corsi, non sono sicure per una donna incinta. Assicuratevi di scegliere dei vestiti per le vostre lezioni di yoga che siano leggeri e che lascino traspirare l’aria in modo da non sudare troppo durante l’attività. Dovreste essere in grado di trovare una buona varietà di indumenti per lo yoga indicati per donne incinte, nelle boutique di maternità.

Dovreste anche programmarvi di portare il vostro tappetino personale da casa per ogni lezione di yoga. Sebbene molti studi/palestre abbiano i tappetini disponibili per tutti, questi tappetini non sono liberi dai germi, che potrebbero darvi qualche problema, dato che il sistema immunitario di una donna è più debole durante la gravidanza. Se dovete comprare un tappetino, controllate se la vostra palestra li vende, o visitate qualsiasi buon negozio di articoli sportivi per comprarne uno. La cosa buona è che i tappetini per lo yoga sono economici – spenderete solo dai 10 ai 20€ per un tappetino di buona qualità.

Un’altra grande preoccupazione riguardante le donne incinte che fanno yoga, sta nell’assicurarsi di rimanere idratate. Assicuratevi di bere molta acqua sia prima che durante le vostre lezioni di yoga. La maggior parte degli istruttori raccomandano di portarsi una bottiglia di plastica piena d’acqua che potete riempire voi stesse. Non prendete parte ad una lezione di yoga subito dopo aver fatto un pasto abbondante, dato che alcune donne incinte hanno la nausea se lavorano con lo stomaco pieno. Tuttavia, potreste fare uno spuntino leggero prima della lezione di yoga, in modo da non avere dei capogiri.

L’obiettivo di questi corsi non è quello di perdere peso, ma di rimanere attivi. Durante qualunque sessione di yoga, non dovreste mai fare nulla che vi faccia sentire a disagio o che vi faccia male in qualunque modo. Non vi sentite spinte a continuare a provare nel caso non riusciate a completare una posa. Prendete il vostro tempo e rilassatevi in qualunque lezione di yoga seguiate, specialmente se siete alle prime armi con lo yoga. Ovviamente, dovreste sempre consultare il vostro medico per sapere quali tecniche di yoga lui creda che siano sicure per voi durante la gravidanza. Le sue raccomandazioni possono anche dipendere dal vostro attuale trimestre.

Ricordatevi che il numero o la lunghezza delle lezioni di yoga che potreste completare con successo prima della gravidanza, potrebbe non essere lo stesso che durante essa. La maggior parte dei medici raccomandano che le donne incinte partecipino agli esercizi di yoga non più di tre volte alla settimana. Se state seguendo anche altri tipi di esercizi o allenamenti oltre allo yoga, potreste dover diminuire il numero delle lezioni di yoga a cui partecipate.

Man mano che avanzate negli ultimi mesi di gravidanza, potreste dover ridurre del tutto la vostra attività fisica. Le donne che hanno delle restrizioni per l’attività fisica – tra cui la flessione, il curvarsi o la torsione – non dovrebbero fare yoga. Assicuratevi che il leader di qualunque lezione di yoga a cui partecipate sappia cosa fare in caso di emergenza. Per esempio, se doveste svenire durante una lezione, ci dovrebbe essere qualcuno con i numeri di telefono necessari per raggiungere il vostro medico o l’ospedale.

Commenti

commenti