La gravidanza dura nove mesi, quindi ci sono alte probabilità che vogliate o dobbiate viaggiare almeno una volta durante questo periodo di tempo. Potreste chiedervi se è sicuro e come si possa stare più a proprio agio.

Che viaggiate in auto, aereo, bus o treno, stare sedute per lunghi periodi di tempo in spazi angusti può rendere una donna incinta molto a disagio. Qui vi riportiamo alcuni consigli che possono aiutarvi a rendere il vostro viaggio più piacevole:

–          Bere acqua: la disidratazione può causare fatica, mal di testa e sensazione di svenimento, quindi è importante rimanere idratate.

–          Portatevi degli snack salutari:  il movimento implicato in un viaggio può rendere la vostra nausea del primo trimestre ben peggiore, ma potete evitarlo mangiando dei piccoli snack salutari frequentemente, evitando di rimanere troppo affamate o troppo piene.

–          Portatevi un cuscino (assumendo che non siate voi la conducente): sarete più comode se vorrete fare un breve pisolino.

–          Indossate degli abiti comodi larghi e delle pantofole o scarpe altrettanto comode. E’ sempre una buona idea vestirsi a strati, così da potersi adeguare all’aria condizionata o al caldo all’interno o all’esterno del mezzo di trasporto.

–          Indossate calze elastiche: sia la gravidanza che la prolungata immobilità aumentano il rischio di coaguli di sangue. Le calze elastiche mettono una leggera pressione sui vasi sanguigni degli arti inferiori per migliorare il flusso sanguigno aiutando a contrastare questo rischio. Possono anche diminuire il gonfiore.

–          Fate delle pause frequenti: ogni 90 minuti più o meno, uscite, fate una passeggiata, fate un po’ di stretching agli arti ed usate il bagno. Potreste anche fare qualche leggero esercizio per le gambe da sedute per mantenere una buona circolazione sanguigna.

Se state guidando o viaggiando in un’auto, allacciate sempre la cintura di sicurezza. Se disgraziatamente avete un incidente in auto, il rischio di lesioni a voi ed al bambino è di gran lunga maggiore se volate fuori dall’automobile piuttosto che qualsiasi lesione che potrebbe causarvi la cintura di sicurezza a voi ed al vostro bambino. Tuttavia, è raccomandato che le donne incinte indossino la cintura di sicurezza posizionandola sul basso ventre, sotto la loro pancia. La ragione di questo è che se viene indossata più in alto, un colpo improvviso potrebbe distaccare la placenta dall’utero (sebbene non sia una cosa comune).

Assumendo che stiate avendo una normale e sana gravidanza, i viaggi in aereo generalmente non sono proibiti durante il primo ed il secondo trimestre. Se avete il diabete, alta pressione sanguigna, problemi di sanguinamento della placenta, parto pretermine, casi precedenti di coaguli, o altre complicazioni, è una buona idea consultare il vostro medico prima di prenotare un volo. Le differenti compagnie aeree hanno differenti restrizioni riguardanti il volo durante il terzo trimestre di gravidanza, non perché è necessariamente rischioso per voi o per il bambino, ma poiché non vogliono che entriate in travaglio mentre siete in volo. Se state programmando un volo durante il terzo trimestre, è sempre una buona idea contattare la compagnia aerea per essere sicure di conoscere bene i loro termini e le loro condizioni e per avere un foglio del vostro medico che conferma la vostra ipotetica data del parto ed il suo permesso a viaggiare in aereo. La maggior parte dei medici sconsigliano di viaggiare in aereo dopo la 36esima settimana, ma se lo volete fare, chiedete al vostro medico di darvi il nominativo di qualcuno da contattare nel luogo dove andrete nel caso entriate in travaglio in anticipo. E’ anche una buona cosa portarsi dietro tutti gli esiti medici ed i dettagli relativi a precedenti gravidanze, a visite mediche, esami del sangue, esami della pressione, l’allergia a qualche elemento,  le medicine che state prendendo al momento, il numero del vostro medico ed il suo nome, in modo che possiate avere tutto con voi nel caso ci fosse qualche necessità particolare.

Gli scanner aereoportuali sono anche considerati sicuri per la gravidanza. I metal detector sono comunque la modalità di scanner più comune ed emettono onde elettromagnetiche a bassa frequenza che sono considerate sicure per chiunque. Tuttavia, ci sono anche due nuove tecnologie che sono utilizzate da alcuni aeroporti. Entrambe creano un’immagine della superficie del corpo per individuare oggetti che potrebbero essere nascosti sotto i vestiti. Lo scanner back-scatter emette raggi x a basso livello (circa 1/1000 delle radiazioni di una radiografia del torace o l’equivalente di due minuti di un viaggio in aereo ad alta quota). L’altro scanner è il mm-wave. Questo emette delle radiazioni millimetriche non ionizzanti che non hanno la forza di danneggiare il DNA. Le radiazioni per entrambi questi strumenti sono minime e considerate sicure anche in gravidanza, ma poiché sono tecnologie relativamente nuove, gli effetti non sono ancora stati studiati nel lungo periodo. Solitamente questi metodi sono utilizzati come controlli secondari, quindi dovreste essere in grado di poter scegliere di passare attraverso il metal detector. Se così non fosse, nel caso voi o il vostro medico preferiate evitarli, potete sempre scegliere la perquisizione corporea.

Commenti

commenti